Oggi vedremo come Nintendo attraversa il periodo della seconda guerra mondiale e cerca di andare avanti anche in questa difficile situazione.

Hiroshi fu mandato ad una scuola preparatoria a Kyoto nel 1940, poichè suo nonno Sekiryo aveva programmato di mandarlo all’università per fargli studiare legge o ingegneria. Ma la guerra arrivò, e la vita fu messa da parte.
Durante la guerra, la nonna di Hiroshi, Tei, emerse come leader della famiglia Yamauchi. Mentre il resto della famiglia andava sottoterra quando venivano attivate le sirene per i raid aerei, Tei rimaneva con risolutezza e continuava la propria vita, come se fosse tutto normale.

Tei non considerò l’idea di far entrare Hiroshi nell’esercito. Quando la guerra iniziò, era troppo giovane per combattere, e anche quando poteva essere chiamato, ormai la famiglia Yamauchi si rese conto che la guerra sarebbe stata persa dal Giappone. Per tenerlo al sicuro fuori dalla guerra, Tei fece andare Hiroshi a scuola, e lì venne assegnato ad una fabbrica militare.

Il riso ed il cibo in generale scarseggiavano; la maggior parte delle persone sopravviveva mangiando con le patate. Yamauchi, comunque, portava ogni giorno a lavoro un ricco pranzo di riso, preso dalla riserva della nonna Tei. Durante la sua pausa pranzo, Hiroshi notò che spesso uno dei supervisori lo guardava affamato, mentre mangiava il riso. Hiroshi un giorno decise dunque di condividere il pranzo con quell’uomo e quest’ultimo per ringraziarlo, gli diede il pomeriggio libero. Hiroshi da quel giorno in poi, portò con sè due pranzi, uno per sè ed uno per il supervisore, ed ogni giorno fu dispensato da parte del lavoro.

Quando la guerra finì nel 1945, Yamauchi si iscrisse alla Waseda University in giurisprudenza. Inoltre dopo che suo nonno combinò il matrimonio, si sposò. Sua moglie fu Michiko Inaba, discendente di una famiglia di samurai di alto rango, fedele al daimyo che dominava sull’isola di Shikoku durante la prima età Meiji. Questa ricca e potente famiglia di samurai si trasferì da Shikoku a Kyoto, e qui prese il nome di Inaba. Aprì un piccola impresa, che faceva delle delicate porcellane. Porcellane di Inaba che diventeranno poi conosciute in tutto il mondo.

In Giappone, a quei tempi, quando veniva organizzato un matrimonio in maniera formale, i genitori di entrambe le famiglie si incontravano per discutere della futura coppia. I nonni di Hiroshi organizzarono l’incontro, ed il primo appuntamento della coppia fu un meeting tra i due clan: la famiglia Yamauchi si fece carico dell’ospitalità dei genitori e dei nonni della sposa. La coppia si sposò presto in una cerimonia tradizionale.

Quando Hiroshi ebbe ventun’anni, suo nonno ebbe un infarto. Sekiryo chiese subito di vedere il giovane ragazzo e poggiato sui cuscini del suo letto, gli parlò con sobrietà. Come primo figlio della famiglia Yamauchi sin da Fusajiro, Hiroshi doveva assumere la posizione che spettava al padre. Doveva lasciare la scuola e andare a lavorare a Nintendo, come presidente.

Inizia ora l’era più lunga di Nintendo che porterà Hiroshi sino al 2002. Vedremo nel dettaglio cosa accade in questa lunga presidenza e di come Nintendo arriverà sino al nuovo millennio.

Da qui in poi inizia una nuova fase che rinnoverà Nintendo dalle sue più profonde radici e la trasformerà radicalmente. Vedremo la prossima volta, come questo sarà possibile e come Hiroshi gestirà la carica di neo-presidente 😉